Usa Cars Forum - Dreams on Wheels

Versione completa: 1973 Chevrolet Impala Hardtop
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
Citazione:woow fantastico! Uruguay forever! mi piace già un sacco da come l'hai descritto! fate un giretto a Montevideo o è fuori itinerario?
 

Absolutely, siamo mica dei pretenders :ok: ... A Montevideo abbiamo addirittura parcheggiato nella piazza principale dove vi è pure il palazzo presidenziale e non abbiamo nemmeno pagato il parcheggio perchè l'abusivo ci ha detto che la targa straniera non paga. Ma sarà oggetto di un prossimo post.

 

[Immagine: IMG-20180815-WA0058.jpg]

 

[Immagine: IMG_20180815_160412154.jpg]

Fantastico. Ovvio che adesso mi hai insinuato il desiderio di una vacanza in Uruguay.
l'anno prossimo vengo anche io! !

 

da quel poco che so in Uruguay e quindi Montevideo, ci sono tante persone col mio cognome.... Veneti espatriati in cerca di speranza.

Citazione:l'anno prossimo vengo anche io! !

 

da quel poco che so in Uruguay e quindi Montevideo, ci sono tante persone col mio cognome.... Veneti espatriati in cerca di speranza.
 

I veneti sono venuti soprattutto in Brasile nel Rio Grande do Sul, dove siamo in questo momento. Anzi, in questa zona si parla proprio il "talian"...

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Talian

 

Questo è il terzo anno che facciamo un viaggione con l'Impala, diciamo che la prima volta è venuto fuori in modo estemporaneo, la seconda volta avevamo proprio voluto fare un viaggio verso Brasilia ed il nord, e quest'anno è stata una sfida. Non so se lo rifaremo, oramai abbiamo provato quello che volevamo provare e vedere...

Ripartiamo quindi, ancora una volta. Da Colonia vogliamo arrivare a Montevideo. Ma il giorno precedente 100 km di sterrato hanno fatto cedere, per la terza volta, il tubo di scarico. Da un benzinaio ci facciamo spiegare dove si trova il più vicino meccanico. Simpatica la scena, perchè mentre approfittiamo per far benzina,  in Uruguay cara come in Italia, si affianca un vecchio pick up International Harvester ed il contadino che ne scende, con salopette svoncia e cappello da villico, è degno di essere fotografato. Per lui l'International, poco più che un rottame, è un mezzo di lavoro e nulla di più. 

 

[Immagine: IMG-20180815-WA0050.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180815_094715340.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180815_094732338.jpg] 

 

Il meccanico lavora in casa, ci sistema lo scappamento e dopo mezz'ora siamo di nuovo in pista. Di fronte al meccanico, un'altro International, meno arrugginito e più nuovo, pr
obabilmente anni '60. Questi International Harvester si vedono di tutti i colori e di tutte le salse, dagli anni 40 ai nuovi (solo grossi camion oggi), qui vendevano benissimo e vendono ancora. Forza International, una delle poche compagnie ancora americane e sempre sull'orlo del baratro, ma ancora in piedi. L'International ha oggi 1.000 dealers in Usa, Canada, Brasile, e Messico e solo 60 nel resto del mondo. Sono sicuro che il suo unico concessionario in Uruguay faccia bene il suo lavoro: ne abbiamo incrociati molti, nuovi e luccicanti.


 

[Immagine: IMG-20180815-WA0027.jpg]

 

[Immagine: IMG_20180815_100935732.jpg] 

La strada per Montevideo è segnata da rottami sparsi. Incredibile che un rottame era un DC-3 che uno si teneva in giardino. Da notare che le case erano anche belle, anzi molte erano belle e tutte decisamente anni '50 o '60, a sviluppo orizzontale, stile Pleasantville. Ogni tanto ci fermiamo e scattiamo qualche foto; i proprietari dei demoliori sempre simpatici e disponibili. Uno sciopero dei cassieri al pedaggio ci aiuta, si viaggia gratis...

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0053.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0052.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0056.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0060.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0061.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0050.jpg] 

 

 [Immagine: IMG-20180816-WA0048.jpg] 

[Immagine: IMG-20180816-WA0044.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0047.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180814-WA0064.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180814-WA0054.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180814-WA0060.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180814-WA0057.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180814-WA0050.jpg] 

Dopo un po' di ore di strada, quasi sempre vuota, si arriva a Montevideo. Due cose colpiscono all'arrivo: un OM Leocino arancio, che ci fa tornare bambini, ed una concessionaria AMG, decosamente fuori posto?

 

[Immagine: IMG-20180814-WA0059.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180815_122219648_HDR.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180815-WA0059.jpg]

 

 

[Immagine: IMG-20180815-WA0061.jpg] 

 

 

[Immagine: IMG_20180815_123012627.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180815-WA0030.jpg] 

 

Montevideo è una piccola Buenos Aires, strade molto ampie senza traffico, affacciata su un fiume di tanto grande che sembra un mare (non si vede la sponda opposta), palazzi fine '800 primi '900 eleganti e flané... parcheggiamo senza troppi problemi nella piazza principale, sarebbe come parcheggiare in piazza Duomo a Milano. Ci facciamo un giretto a piedi. Abbiamo conquistato pure Montevideo.


 

[Immagine: IMG-20180815-WA0049.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180815_160434281.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180815-WA0057.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0051.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0045.jpg]  

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0049.jpg] 

Mamma Rai

[Immagine: IMG-20180815-WA0044.jpg] 

 
Ditemi se non sembra un mare

[Immagine: IMG-20180815-WA0028.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180815-WA0040.jpg] 

 
[Immagine: IMG-20180815-WA0064.jpg] 
 
[Immagine: IMG-20180815-WA0062.jpg] 
 

Lasciamo quindi Montevideo attraversando quartieri con spiagge mozzafiato molto rustiche e case da milionari. 
 
[Immagine: IMG-20180816-WA0031.jpg]
 
 

Pensavamo che le sorprese fossero finite - avevamo visto le più imponenti cascate al mondo, strade lunghe e dritte e deserte come nessun'altra, Buenos Aires, un fiume che sembra un oceano, International H
arvester come se piovessero, eravamo tornati negli anni '80... Pensavamo che nulla più avrebbe potuto stupirci, invece... 
 
"in Uruguay cara come in Italia,".... ecco invece un motivo più che valido per NON trasferirsi in Uruguay... :ciappa: :ciappa: :ciappa:

Mezzo interessante.

 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0047.jpg]

 

 

 

Ma sono i meccanici che non saldano bene lo scarico o sono proprio riparazioni volanti ?
Citazione: 

Ma sono i meccanici che non saldano bene lo scarico o sono proprio riparazioni volanti ?
La prima volta, in Brasile, non è stato saldato, ma l'ho semplicemente reinfilato ed ho stretto di più il clamp, che però era oramai vecchio; la seconda volta, in Argentina, è stato saldato e sostituito il clamp con uno nuovo, la terza volta, in Uruguay, si è rotto da un'altra parte ed è stato quindi saldato. Lo scarico è comunque da rivedere con calma, un lavoro che farò fare a casa. 

Lasciamo Montevideo e rotoliamo verso il nord; siamo nel sud del mondo e dobbiamo andare a nord per terminare il viaggio. L'Uruguay si attraversa facilmente, l'autostrada che costeggia il paese è vuota. Arriviamo a Punta del Leste, qui abbiamo un momento di confusione... Ma siamo in Uruguay? Strade larghissime, palazzi stuccosamente ricchi, ristoranti chic. C'é pure una Trump Tower in costruzione. Capiamo subito che siamo approdati da qualche parte tra il glamour e la ricchezza. Si arriva da una strada che costeggia il lungomare (o lungofiume), si parcheggia sulla spiaggia, ci si gode il fantastico panorama. I ricchi sanno scegliersi i posti. 

 

Le foto non rendono la sciccheria del posto, ma sono foto appunto. La cosa che più mi ha divertito a Punta del Leste è stata quella di guidare queste stra larghissime senza traffico, è inverno e la città si popolerà probabilmente solo d'estate, tra dicembre e marzo.

 

[Immagine: IMG_20180816_142534057.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_130301662.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0129.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_143700097.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0046.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0042.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_125653838.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_124135347.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_124157479.jpg] 

Lasciamo Punta del Este.

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0055.jpg] 

 

E finiamo a... Punta del Diablo. è praticamente l'ultima città costiera dell'Uruguay prima del Brasile. Qui le strade sono sterrate con buche che divorano l'Impala, il posto sempra abitato da discendenti di pirati, e invece degli sghej di Punta del Leste c'è abbondanza di bisogno. Insomma l'estremo opposto, anche se ugualmente affascinante. Ci ospitiamo nei bungalows dell'hotel Tano, gestito da una coppia di discendenti di italiani. Lui, Luciano, l'italiano lo parla pure.


 

[Immagine: IMG_20180816_175719121.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_180150224_HDR.jpg] 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0124.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_181723693.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_174515161_HDR.jpg] 

 

 

[Immagine: IMG-20180816-WA0093.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_180554628_HDR.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_180641435.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_180318195_HDR.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_180540040.jpg] 

 

[Immagine: IMG_20180816_180549036.jpg] 

 

Dopo Punta del Diablo lasciamo l'Uruguay ed entriamo in Brasile. Le frontiere sono deserte, anzi la polizia brasiliana non controlla nessena frontiera, nè entrando in Paraguay, nè in Argentina abbiamo visto l'ombra di un poliziotto brasiliano, e neppure lasciando l'Uruguay. Attraversiamo la frontiera senza che nessuno abbia il minimo interesse a fermarci. In Brasile ci attenderà una vera sorpresa. 


Ma aspetti sempre che non ci sia nessuno per fotografare o è veramente così deserto?
Penso che sia come da noi se fotografi il litorale di Chioggia il 4 gennaio.... :zsarcastic4xx:

Citazione:Ma aspetti sempre che non ci sia nessuno per fotografare o è veramente così deserto?
 

Era deserto. Non solo la città, come ho scritto, ma anche le spiaggie; e pure le strade. L'Uruguay non è molto popolato, e per il mare questa non è la stagione.
Citazione:Penso che sia come da noi se fotografi il litorale di Chioggia il 4 gennaio.... :zsarcastic4xx:
 

Per Chioggia ci organizzeremo...
hai scritto:  è inverno e la città si popolerà probabilmente solo d'estate..

 

alla faccia dell'inverno! quando arriva qua rompe le balle per mesi... che palle.
Citazione: 

 

Dovremmo rifarlo il prossimo anno, andando a Buenos Aires :ciglia:

 
 

 

Allora dopo la "esplanada" di Brasilia, ci toccherà la via pIú larga al mondo, la 9 de Julio di Buenos Aires con le sue 22 corsie, da fare di nuovo con vecchio ma fedele v8. Oramai non ci ferma più nessuno, tranne la polizia stradale. Argentina, anyone?

 

Profetico! :zsarcastic4xx: :zsarcastic4xx: :zsarcastic4xx:
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13